Comunicare

Namas C’è: diverse proposte di vicinanza

Da ormai una decina di giorni, la cooperativa sociale Namasté ha attivato il numero di telefono 3480114151 per l’ascolto e il supporto psicologico, educativo e domiciliare delle persone con fragilità. Dalle 9.00 alle 13.00, dal lunedì al venerdì, le operatrici,

lEGGI TUTTO »
Comunicare

Prossimi nella distanza sociale

Abitare una comunità, attraverso la prossimità: ci si prova con una bottega d alimentari ,questa è  l ‘esperienza viva di questo momento. Si porta e si lascia  la spesa, ci si saluta, ci si fanno gli auguri, si comunica speranza, si

lEGGI TUTTO »
Comunicare

La cooperazione risponde

Sul Corriere di oggi si parla della nostra resilienza. Ecco il link all’articolo che cita cinque delle nostre cooperative. https://www.coopdiary.it/wp-content/uploads/2020/04/CORLOM_BERGAMO2020_04_08_Page7.pdf

lEGGI TUTTO »
Coinvolgere

Un regalo da San Martino

Per augurarci Buona Pasqua la nostra San Martino – Progetto Autonomia Cooperativa Sociale ci regala una delle sue fantastorie con l’utilizzo del Kamishibai. Alcuni disegni utilizzati per le storie sono stati realizzati dagli ospiti della cooperativa. https://www.coopdiary.it/wp-content/uploads/2020/04/WhatsApp-Video-2020-04-05-at-12.45.55-1.mp4

lEGGI TUTTO »
Coinvolgere

UN VIAGGIO TRA LE RADIO DEL MONDO

La musica per mitigare le distanze geografiche e linguistiche:  RADIO GARDEN è un’esperienza digitale gratuita per passare in rassegna con un click le radio di tutto il pianeta. Grazie ad un intuitivo mappamondo, andare dal jazz di New Orleans, al

lEGGI TUTTO »
Coinvolgere

Il puntino che si credeva un re

Sentire storie è sempre bello. Le educatrici del Centro Diurno Disabili Fior di Cristallo di Dalmine, gestito da Lavorare Insieme, si sono accorte che agli ospiti faceva più piacere sentire storie raccontate dalle loro voci. Dunque ne hanno registrate alcune,

lEGGI TUTTO »
Approfondire

Sperare e agire in questo tempo di Johnny Dotti

Johnny Dotti, amico della cooperazione sociale orobica e fautore della formazione generativa che ci ha accompagnato nel ripensamento del nostro consorzio, ci regala sulle pagine di Vita un’importante riflessione per augurarci una Pasqua feconda. ”Perché sia la domanda ad allargare

lEGGI TUTTO »