Coop Diary

Storie di Cooperazione Sociale in prima linea

Prossimi nella distanza sociale

Abitare una comunità, attraverso la prossimità: ci si prova con una bottega d alimentari ,questa è  l ‘esperienza viva di questo momento. 
Si porta e si lascia  la spesa, ci si saluta, ci si fanno gli auguri, si comunica speranza, si viene ringraziato, ci si incoraggia a vicenda. 
In questi incontri emerge gentilezza e tenerezza. 
La signora anziana che mi dice ” siete carinissimi “
Un altro signore che ringrazia per la gentilezza e l l’ascolto di chi raccoglie gli ordini telefonicamente. 
Sentimenti ed emozioni di prossimità, possono trasformare una comunità a partire dai legami per promuovere nuove politiche di prossimità. 
Il diritto al cibo, alla salute, alle cure, al lavoro dignitoso. 
Questa è la vera sfida 

Mario Ghidoni volontario socio fondatore  Coop Why Not

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto