Coop Diary

Storie di Cooperazione Sociale in prima linea

Sfruttare la crisi per evolvere professionalmente

L’emergenza che stiamo vivendo ha spiazzato tutti, lasciando tutti con una profonda incertezza. La nostra quotidianità, il nostro lavoro e dunque la nostra vita si è in qualche modo fermata e alcuni di noi hanno dovuto reinventarsi.

Sono Debora e lavoro come assistente educatrice scolastica per la Lavorare Insieme. A causa delle chiusure delle scuole anch’io da fine Febbraio non ho più preso servizio. 

Nel frattempo il Consorzio la Cascina ha bisogno di persone che possano aiutare nelle comunità socio sanitarie, per poter garantire supporto alle persone con fragilità.

In questo momento così difficile gli operatori delle comunità hanno continuato il lavoro con fatiche e paure, ma svolgendo comunque le loro mansioni, tutelando e mettendo al primo posto le persone con fragilità.

Anch’io ho scelto di dare una mano, ho accettato, consapevole dei rischi, con le mie ansie e le mie paure, ma con la voglia di essere di supporto dando cura a chi aveva in questo momento più bisogno.

Ho scelto di scendere in campo a fianco di altri operatori, attraverso un atteggiamento empatico con la voglia di mettermi in discussione in nuovo mondo, mai conosciuto prima.

Nuova coordinatrice, nuovi colleghi, nuovo ambiente, nuovi ospiti (alcuni li conoscevo già, grazie alle sostituzioni svolte durante l’anno nei vari servizi), nuovo modo di lavorare, nuove metodologie, insomma una nuova grande scoperta.

In questi momenti più che mai, la cura, l’attenzione, la buona l’interazione, l’empatia, risultano essere efficaci per chi si trova in situazione di fragilità, lontano dai propri affetti.

L’emergenza Covid-19 ha destabilizzato e ci ha resi tutti più deboli, più fragili ed è proprio in questi momenti che bisognerebbe mantenere attiva e costante una filiera di aiuti, di persone che si danno una mano, che si supportano per poter essere insieme più forti.

Tutta questa situazione, anche se con difficoltà e paure, mi ha permesso di ricreare un nuovo ruolo e per la scolastica di poter lavorare on-line, progettare un lavoro educativo attraverso l’uso della tecnologia, ha dato spazio alla creatività e ad un fare educativo diverso dal solito.

Debora

2 pensieri su “Sfruttare la crisi per evolvere professionalmente

  1. Buongiorno Debora, ho avuto occasione di conoscerti per vie collaterali, di potere apprezzare il tuo senso di responsabilità in veste di educatrice, la tua allegria, la tua curiosità intelligente, la tua energia e la tua voglia di metterti in gioco! Nuove strade nuovi obiettivi coloreranno la tua vita che sicuramente stai vivendo da protagonista e non da spettatrice.
    Continua così ccredendo fermamente in ciò che fai che chi ha la fortuna di condividere con te progetti educativi è
    davvero fortunato
    Un caro saluto. Farida

  2. Ciao Debora.
    Sono Vanni Maggioni ( presidente, di SERENA). Da ciò che scrivi si evidenzia slancio propositivo e passione: elementi che permettono di credere e praticare nella crisi generativi di opportunità da condividere.
    Vorrei chiedere a te come autrice e a Valerio come responsabile della testa una deroga al copyright. Vorrei ciò diffondere questa lettera alle nostre educatrici e ai nostri educatori, per stimolare anche in loro riflessione e propositivi, a partire dalla tua sospira ma efficace testimonianza.
    Grazie

    Vanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto